Kverneland Group e l’AEF – I Membri e il Comitato di Direzione

L’AEF - Federazione per l’Elettronica applicata in Agricoltura è un’organizzazione internazionale e indipendente. Il suo compito è quello di supportare e promuovere la realizzazione di standard elettronici in agricoltura che sono stati sviluppati e adottati dalla comunità internazionale.

I membri AEF
L’organizzazione internazionale dell’Industria Agricola AEF fu fondata nell’Ottobre del 2008 durante un Meeting a Francoforte, in Germania, da sette importanti multinazionali del settore agricolo: Agco, Claas, CNH, Grimme, John Deere, Kverneland Group e Pöttinger. Anche le associazioni AEM - Association of Equipment Manufacturers e VDMA - Federazione Tedesca per l’Ingegneria sono membri co-fondatori dell’AEF.

L’iniziativa è di stampo indipendente ed internazionale. La piattaforma fornisce gli strumenti e le risorse per incentivare l’uso delle moderne attrezzature elettroniche nel campo dell’agricoltura.

All’inizio le principali sfide erano legate al sistema ISOBUS, mentre ora il potenziale di AEF non si limita solo al sistema ISOBUS. Infatti il focus si è allargato andando a coprire altre aree di espansione quali la trasmissione elettrica, i sistemi di videocamera, i sistemi della gestione e tracciabilità dei dati, ISOBUS “high speed” e la comunicazione wireless in campo.

L’AEF è una piattaforma internazionale accessibile a tutti coloro che sono interessati all’applicazione a sistemi ingegneristico-elettronici in campo agricolo. Il sistema viene finanziato attraverso il contributo dei membri fondatori e la tariffa di servizio pagata dai singoli aderenti. Ad oggi, AEF conta più di 190 i membri che collaborano attivamente all’interno della piattaforma AEF.

Kverneland Group è rappresentata da due membri all’interno della commissione: Peter van der Vlugt in qualità di Vice Presidente e Carsten Hühne in qualità di Project Leader per il marketing e le comunicazioni dell’AEF.

Gli obiettivi di AEF

Tra i principali obbiettivi dell’AEF ci sono il consolidamento e l’espansione delle tecnologie elettriche ed elettroniche per l’agricoltura, così come l’implementazione di standard industriali. Ulteriori scopi:

  • coordinamento nella cooperazione internazionale nel campo delle tecnologie elettroniche in agricoltura;
  • creare e consolidare salde partnership tra aziende costruttrici che siano di beneficio al cliente utilizzatore finale
  • apportare migliorie al sistema ISOBUS includendo la gestione dei test e l’emissione della relativa certificazione;
  • organizzare test di certificazione, training di supporto, assistenza tecnica, attività di marketing e consulenze relative agli standard tecnologici ed elettronici.