L’esperienza degli agricoltori

iM Peter, iM FARMING

“Con l’IsoMAtch GEOCONTROL e il GEOSPREAD riduco i costi del concime del 10%”.

Peter lavora con attrezzatura Kverneland da 10 anni in Germania. Ha recentemente investito in uno spandiconcime Kverneland Exacta CL GEOSPREAD.

“Le machine sono affidabili e l’uso è molto semplice”, dice Peter. “La distribuzione uniforme del concime è importante. Abbiamo deciso di comprare uno spandiconcime Kverneland per il numero di pale per disco”, continua. Elaborando ulteriormente conferma: “Abbiamo considerato che 8 pale per disco assicurano un flusso continuo di fertilizzante e una distribuzione più uniforme che macchine con 2 pale per disco”.

Controllo intuitivo con l’IsoMatch Tellus GO
“Finora abbiamo usato il terminale IsoMatch Tellus GO solo con lo spandiconcime, ma siccome in futuro vorremmo investire ulteriormente in macchine Kverneland, sappiamo che potremo comunque utilizzarlo. Il terminale ha un design intuitivo che permette la navigazione semplice del menu. La funzione di accensione/spegnimento automatico in capezzagna fa risparmiare concime”. Peter conferma che è realistico parlare di una riduzione del 10% dei costi del concime con l’uso del GEOSPREAD. La ragione è che le sezioni si attivano/disattivano automaticamente nelle zone da trattare/già trattate dopo aver registrato il bordo campo.

iM Warren, iM FARMING

“Il GEOSPREAD mantiene la distribuzione accurata anche con campi impervi ed in pendenza”.

Azienda cerealicola
Numero di ettari: 450
Colture: frumento, orzo e colza
Vicon RO EDW GEOSPREAD

“Dopo che l’anno scorso le rese d’orzo sono state ragionevolmente alte, abbiamo cercato di capire se ci fosse un’occasione per battere il record mondiale di produzione. Con molte aziende coinvolte e le giuste persone e macchine a supporto, ci siamo finalmente riusciti”.

Durante l’ultima campagna, Warren e Joy Darling, che conducono un’azienda cerealicola sulla costa di Timaru, l’isola sud della Nuova Zelanda, hanno prodotto 13,8 tonnellate per ettaro di orzo, distruggendo il precedente record di 12,2 tonnellate a ettaro.

Più precisione e controllo delle sovrapposizioni
GEOSPREAD accresce la precisione avendo la larghezza di lavoro suddivisa in sezioni di 2 metri controllate tramite GPS, unico tra gli spandiconcime a dischi. Questo elimina l’enorme sovrapposizione che si avrebbe con l’attivazione/disattivazione su tutta la macchina con larghezza di lavoro di 24 metri. Il beneficio è addirittura accentuato in campi irregolari. Si aggiungono così tecnologia di precisione e risparmio di concime alla distribuzione.

Warren sostiene che un’ottima resa in orzo si ottiene incidendo su tre fattori: le lavorazioni del suolo, l’agronomia e il clima. Il Vicon RO EDW GEOSPREAD è uno degli strumenti che lui e il suo team hanno usato per perfezionare l’agronomia e assicurarsi la miglior tecnica disponibile per quanto riguarda la distribuzione del fertilizzante. “Cerchiamo di sfruttare la differente fertilità del suolo in tutta l’azienda. Alcune zone non necessitano concime, mentre altre ne richiedono di più. Ambiamo a ridurre il costo degli input anche se non ci siamo ancora arrivati perché ci sono troppe difformità negli appezzamenti”.